roggino

D’ANIME E D’ANIMALI, di Giorgio Roggino.

Un’interessante iniziativa coinvolge dal 31 ottobre all’8 dicembre 2020 la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, ovvero l’esposizione di incisioni di Giorgio Roggino che verrà allestita all’interno della chiesa.
La mostra è costituita da una ventina di opere sul tema della natura in piena sintonia con il genius loci della Precettoria.
Roggino, che è stato docente fino al 1985 di Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano è un artista sempre apprezzato dalla critica e dai collezionisti che amano le sue silenti raffigurazioni di fiori, insetti, piccoli e grandi animali del sottobosco, domestici e da cortile, così come i suoi paesaggi.
Il lungo ed ininterrotto viaggio tra forma e colore, segno e gesto di Giorgio Roggino merita di essere meglio conosciuto da un più ampio pubblico ed è questo il motivo per cui una mostra a Ranverso, nella magica e millenaria abbazia che sorge fra i prati della Bassa Valle di Susa, sull’antica via delle Gallie, non potrà che riscuotere grande consenso fra gli estimatori e gli amatori dell’arte dell’incisione.
L’esposizione, patrocinata dal comune di Buttigliera, organizzata in collaborazione con l’associazione “Il colibrì” rientra tra le attività di valorizzazione del museo.
L’inaugurazione della mostra, a cura della dott.ssa Arabella Cifani avrà luogo sabato 31 ottobre alle 17.30.
L’ingresso è contingentato e su prenotazione ai recapiti della precettoria: tel 011 9367450; e-mail ranverso@ordinemauriziano.it