SaR-Calvario

Progetto GIACOMO JAQUERIO

Per visualizzare le schede vai al sito www.jaquerio.org

La produzione artistica di Giacomo Jaquerio è distribuita su un territorio che va dal Piemonte alla Savoia, in Francia, ed è ben individuato nell’arco temporale e logistico.
L’idea è stata quella di raccogliere in un unico documento/strumento questa produzione artistica e metterlo a disposizione della comunità, che può così usufruirne sia per conoscenza che per studio.

Giacomo Jaquerio nasce a Torino intorno al 1375 ed ivi muore nel 1453. Sicuramente è stato il maggior rappresentante della pittura tardo gotica in Piemonte e non solo: infatti oltre che a Torino la sua attività si svolse in varie località della Savoia e a Ginevra.

Tra le sue opere: gli affreschi nel castello di Fenis (S.Giorgio, La Crocifissione, La Madonna di Misericordi, l’Annunciazione, i Santi); gli affreschi nel castello di Manta nel saluzzese (Nove prodi e nove eroine, Fontane de Jouvence); gli affreschi sulla parete sinistra in basso del presbiterio nonché la volta e le pareti della Sacrestia di Sant’Antonio di Ranverso (Calvario, Profeti, Storie di S.Biagio) e gli affreschi nella chiesa di San Pietro a Pianezza.

Sulla parete sinistra del Presbiterio è collocata la rappresentazione della “Madonna in trono con il Bambino”, ai suoi piedi è inginocchiato l’Abate che ha commissionato il dipinto. L’affresco è dipinto su un pilastro, in mezzo a due finestre; subito sotto, come una fascia, sono rappresentate figure di profeti, al di sopra della testa di due di loro, rimossi gli stalli settecenteschi e uno strato di scialbo che coprivano quasi interamente la parete, è stata rinvenuta l’iscrizione che ha permesso di attribuire i cicli pittorici dell’interno della chiesa a Jaquerio ed infatti la scritta recita: “(picta) fuit ista capella p(er) manu(m) Jacobi Jaqueri de Taurino”. JaquerioScarica il depliant di presentazione del progetto